Visto di cat.  Non-Immigrant.  “B” – (business e lavoro)

Gli stranieri che vogliono lavorare, condurre affari o intraprendere attività di investimento in Tailandia devono richiedere un Visto Business. Tecnicamente noto come Non-Immigrant “B”, si richiede presso le ambasciate tailandesi o i consolati generali tailandesi. Generalmente ha una validità di 90 giorni. Vengono rilasciate varie categorie di visti Non-Immigrant per soddisfare le esigenze e le qualifiche di vari uomini d’affari.


Questi includono

  • visti per affari di categoria “B”.
  • visti per affari approvati di categoria “B-A”.
  • visti per investimenti e affari di categoria “IB”.
  • I titolari di questo tipo di visto che desiderano lavorare in Tailandia, devono ottenere un permesso di lavoro prima di iniziare a lavorare.

Visto Business – Non-Immigrant 

I seguenti tipi di visti vengono rilasciati ai richiedenti che desiderano entrare in Tailandia per i seguenti scopi:

  • Per condurre affari/lavorare (Categoria “B”)
  • Per svolgere funzioni ufficiali (Categoria “F”)
  • Investire con il concorso dei Ministeri tailandesi e dei Dipartimenti governativi interessati (Categoria “IM”)
  • Investire o svolgere altre attività relative agli investimenti. Fatte salve le disposizioni delle leggi vigenti in materia di promozione degli investimenti (Categoria “IB”)
  • Studiare, partecipare a un viaggio di studio o di osservazione di lavoro. Partecipare a progetti o seminari. Partecipare a una conferenza o a un corso di formazione. Studiare da monaco Buddista straniero (Categoria “ED”)
  • Lavorare come produttore cinematografico, giornalista o reporter (categoria “M”)
  • Svolgere il lavoro di missionario o altre attività religiose con il concorso dei ministeri o dei dipartimenti governativi thailandesi interessati (categoria “R”)
  • Condurre ricerca scientifica o formazione o insegnamento in un istituto di ricerca (Categoria “RS”)
  • Intraprendere un lavoro qualificato o lavorare come esperto o specialista (Categoria “EX”)
  • Altre attività (Categoria “O”) come segue:
    essere con la famiglia. Svolgere compiti per un’ impresa statale o organizzazioni di assistenza sociale. Rimanere dopo il pensionamento per gli anziani. Ricevere cure mediche. Essere un allenatore sportivo come richiesto dal governo tailandese. Essere un concorrente o testimone in un processo giudiziario.

Documenti richiesti per Visto Business (Visto di cat. Non-Immigrant “B” )

  • Passaporto o documento di viaggio con validità non inferiore a 6 mesi.
  • Modulo di richiesta visto compilato.
  • Fotografia recente formato tessera (4 x 6 cm) del richiedente scattata negli ultimi 6 mesi.
  • Prova di un risorse finanziarie adeguate (20.000 Baht per persona e 40.000 Baht per nucleo famigliare), (non sempre applicabile)
  • Lettera di approvazione del Ministero del Lavoro. Per ottenere questa lettera, il potenziale datore di lavoro del richiedente in Tailandia è tenuto a presentare il modulo WP3 presso l’Ufficio di Gestione dei Lavoratori Stranieri, Dipartimento del Lavoro presso il Ministero del Lavoro, all’Ufficio Provinciale del Lavoro nella rispettiva provincia.

Uno straniero che riceve un visto Non-Immigrant può lavorare in Tailandia. Ma solo una volta che gli è stato concesso un permesso di lavoro. Uno straniero in violazione dell’Immigration Act B.E. 2522 (1979) sull’essere assunto senza permesso di lavoro o il Regio Decreto B.E. 2522 (1979) concernente il conseguimento di un impiego in determinate occupazioni e professioni limitate, sarà perseguito e incarcerato o multato, o dovrà affrontare entrambe le sanzioni.

Si raccomanda al richiedente di richiedere un visto presso l’Ambasciata/Consolato tailandese nel paese in cui ha la residenza.

Gli stranieri che volessero condurre affari in Tailandia devranno fornire i seguenti documenti per ottenere il Visto Business:

  • Passaporto o documento di viaggio con validità non inferiore a 6 mesi.
  • Passaporto o documento di viaggio con validità non inferiore a 6 mesi.
  • Modulo di richiesta visto compilato.
  • Fotografia recente formato tessera (4 x 6 cm) del richiedente scattata negli ultimi 6 mesi.
  • Prova di un risorse finanziarie adeguate (20.000 Baht per persona e 40.000 Baht per nucleo famigliare)
  • Lettera della società del richiedente che indica la posizione del richiedente. Ma anche la durata del rapporto di lavoro, lo stipendio e lo scopo della/e visita/i in Tailandia.
  • Documenti che mostrano la corrispondenza con i partner commerciali in Tailandia.
  • Prova della situazione finanziaria nel caso in cui il richiedente sia un lavoratore autonomo.
  • Lettera di invito da parte di partner commerciali o associati/aziende in Tailandia

Saranno inoltre richiesti:

  • Documenti aziendali di partner/società associati in Tailandia come:
        1) registrazione dell’impresa e licenza commerciale

            2) elenco degli azionisti

            3) profilo aziendale

            4) dettagli dell’operazione aziendale

            5) mappa che indica la posizione dell’azienda

            6) Bilancio Annuale. Dichiarazione dell’Imposta sul Reddito e dell’imposta sulle imprese (Por Ngor Dor 50 e Por Ngor Dor 30) dell’ultimo anno

            7) Registrazione imposta sul valore aggiunto VAT (Por Por 20)

      (3) Le copie dei documenti della società devono essere firmate dal Consiglio di amministrazione. Oppure dall’amministratore delegato autorizzato e apporre il timbro della società.

      (4) Ulteriori documenti possono essere richiesti se e quando necessario. Se mancasse un documento richiesto, il richiedente deve fornire una lettera che spiega l’indisponibilità di tale documento. Il candidato deve firmare su ogni pagina delle copie dei documenti presentate. I documenti in lingua straniera devono essere tradotti in tailandese. Devono essere autenticati da organi notarili o dalla rappresentanza diplomatica o consolare del richiedente.

     (5) Il titolare di questo tipo di visto ha il diritto di soggiornare in Tailandia per un periodo massimo di 90 giorni. Lui o lei possono richiedere una proroga del soggiorno presso l’Ufficio Immigrazione. Possono ottenere tale proroga per un periodo di un anno dalla data del primo ingresso in Tailandia.
           

Documenti richiesti per Visto di cat. Non-Immigrant “B-A” (Visto per Business Approvati)           

La concessione di tale visto a richiedenti qualificati è di competenza dell’Ufficio per l’Immigrazione a Bangkok. La società associata del richiedente in cui investirà o con cui condurrà affari può richiedere questo tipo di visto per conto del richiedente presso l’Ufficio dell’Immigrazione. Una volta approvata la domanda, l’Ufficio per l’immigrazione informerà l’Ambasciata Reale tailandese o il Consolato Generale interessato tramite il Ministero degli affari esteri di rilasciare il visto al richiedente. Il titolare di questo visto di categoria “B-A” potrà soggiornare per un periodo di un anno dalla data di primo ingresso nel Regno.

Visto per non immigranti di categoria “IB” (visto per investimenti e affari).


Viene rilasciato a cittadini stranieri impiegati per lavorare su progetti di investimento. Questi progetti sono sotto gli auspici del Board of Investment of Thailand (BOI). Tali progetti devono essere volti o portare benefici alla Thailandia nei seguenti modi:

– Export-promozione

– Aumentare l’occupazione

– Utilizzo di materie prime locali

– Progetti che coinvolgono le province

– Incoraggiare il trasferimento di tecnologia ai cittadini tailandesi

– Non ostacolare le attività domestiche esistenti.