Il Regolamento dell’ufficio del Primo Ministro BE 2529 (AD 1986) definisce un ufficio di rappresentanza come un ufficio di una società straniera che si trova in Tailandia e opera nel commercio internazionale. L’ufficio di rappresentanza facilita il commercio della sua sede ma non può incassare o generare utili. Non può ricevere ordini di acquisto, effettuare vendite o negoziare con terzi. Non è soggetta all’imposta sul reddito delle società. La sede si fa carico di tutte le spese dell’ufficio di Rappresentanza ed è soggetto agli interessi sui fondi residui che riceve dalla sede. 

Gli uffici di rappresentanza commerciale possono svolgere una o tutte delle seguenti attività:

  • Trovare fornitori di beni o servizi in Tailandia per la sede centrale all’estero
  • Verificare e controllare la qualità e la quantità delle merci acquistate o affittate dalla sede centrale per la produzione in Tailandia
  • Provide advice on various aspects of goods sold by its head office to agents, distributors and/or customers in Thailand
  • Provide information to interested persons in Thailand concerning goods or services of the head office; and
  • Report to the head office on movements of business in Thailand.

Elementi Principali

100% a proprietà straniera

Non è consentito avere introiti, e l’attività è limitata a quello per cui è stato registrato l’ufficio di rappresentanza

Capitale richiesto 2 milioni

È richiesta una licenza commerciale estera

L’Ufficio di rappresentanza può fornire permessi di lavoro per max. 2 dipendenti stranieri alla volta

No vi è alcuna imposta sul reddito delle società in Tailandia. I dipendenti che lavorano per l’ufficio di rappresentanza sono soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche tailandese.

Tempistica

1 settimana per completare la registrazione

Informazioni Richieste

I seguenti documenti vanno presentati al  Department of Business Development: Dipartimento dello Sviluppo commerciale (D.B.D.)

  1. I documenti della sede Estera con indicati nome, capitale, sede, amministratori, aventi diritto di firma, bilancio degli ultimi tre anni.
  2. Numero degli azionisti –loro nazionalità e numero di azioni possedute.
  3. Indirizzo dell’Ufficio in Tailandia, con mappa e contratto di locazione dell’ufficio.
  4. Lista impiegati – con numero, nome, stipendio 
  5. Motivo per costituire l’Ufficio di Rappresentanza insieme alle previsioni del business dei primi 3 anni, dimensione e tipo di attività aziendale, periodo in cui si intende operare, fasi operative, macchinari / attrezzature che verranno utilizzati, impatto sull’economia tailandese, stima della spesa per 3 anni, piano per l’importazione di tecnologia straniera.

Requisiti

  • La domanda di costituzione di un Ufficio di Rappresentanza firmata dal Rappresentante;
  • Copia dell’atto di notorietà (Affidavit) della società indicante nome, capitale, obiettivi, sede, amministratori e rappresentanti della sede sociale, autenticata o legalizzata;
  • Procura (“PoA”) del legale rappresentante dell’Ufficio di rappresentanza in Tailandia, firmata, autenticata o legalizzata);
  • Copia del passaporto del Rappresentante e una copia del suo visto Non Immigrant B, firmato e autenticato o legalizzato (prima di entrare in Tailandia); oppure, se firmata dal Rappresentante in Tailandia, una copia della pagina del visto col timbro di ingresso e del modulo di partenza, firmato.
  • PoA (Procura) della persona che presenta la domanda, in genere un avvocato esterno in Tailandia, firmato, autenticato o legalizzato).
  • Traduzione tailandese di tutti i documenti.
  • Rilascio del certificato/numero di registrazione da parte del DBD entro 1 settimana circa, dopo la presentazione della documentazione completa.