Gli stranieri che intendono lavorare, gestire un’attività o effettuare investimenti in Tailandia devono ottenere un permesso di lavoro. Questo va fatto, prima di iniziare qualsiasi attività in conformità con The Alien Working Act, B.E. 2551.

La definizione di lavoro, include qualsiasi lavoro che implichi forza fisica o conoscenza, svolto per denaro (o altre forme di remunerazione).

Uno straniero che richiede un permesso di lavoro, deve essere un residente o autorizzato ad entrare temporaneamente in Tailandia. La richiesta del permesso non puo’ essere gestita per uno straniero con un visto turistico o di transito. Un visto Non- Immigrant deve essere ottenuto prima dell’arrivo in Tailandia del richiedente il permesso per lavorare. (Non è possibile convertire un Visto Turistico in un visto per Non-Immigrant senza uscire dalla Thailandia.) La domanda per il visto, sarà preparata dalla società tailandese poiché sono richiesti diversi documenti aziendali. Entro 30 giorni dalla data di arrivo in Tailandia la Società tailandese presenterà la domanda per il rilascio del work permit.

Dunque, i permessi di impiego vengono rilasciati ai dipendenti per una posizione specifica. Sono validi solo per lavorare in una società specifica. Cambiando la societa’ che assume il dipendente, anche il permesso di lavoro deve essere aggiornato. L’approvazione della domanda di permesso di lavoro può richiedere fino a 2 settimane. Lo straniero dovrà presentarsi per ricevere il permesso di lavoro presso l’Ufficio del Lavoro.

Estensione del visto – Visto annuale

Dopo aver ricevuto il permesso di lavorare in Tailandia, il richiedente può richiedere un‘estensione del visto. Il visto di un anno e il permesso di lavoro, verranno quindi prorogati annualmente. Ma solo a a condizione che lo straniero soddisfi i requisiti standard.

Inoltre, e’ bene sapere che uno straniero residente in Tailandia senza un visto valido, sarà multato di 500 THB al giorno (massimo 20.000 THB).
Le sanzioni per lavorare senza un permesso di lavoro, possono includere una multa che va da THB 2.000 a THB 100.000. Ma, a seconda della gravita’ del contesto, anche la reclusione fino a cinque anni.

La società che impiega lo straniero registrato in Tailandia deve avere un capitale versato minimo di 2M THB. Per socio straniero e/o per dipendente straniero. Inoltre deve aver richiesto la partita IVA e la registrazione IVA. La stessa societa’ non puo’ aver patrocinato più di dieci permessi di lavoro.

Quattro dipendenti tailandesi dovrebbero essere registrati per la Previdenza Sociale, per ogni permesso di impiego rilasciato a stranieri. Questo vale sia per per una società a responsabilità limitata tailandese o una società straniera registrata in Tailandia.

Potrebbe interessarti anche il nostro contenuto relativo a servizi libro paghe.